- Rifugio 2013

Vai ai contenuti

Menu principale:

Escursioni
 

3)      Rifugio Rinfreddo – Ex Forte - Passo Silvella - Sella del Quaternà – Rifugio Rinfreddo
Tipo percorso: Itinerario non difficile ma che richiede un discreto allenamento.
Tempo di percorrenza: ore 3 – 3 ½  Difficoltà: “E” (escursionistico)
Punto di massima altitudine: m. 2379 - Sella del Quaternà.
Segnavia:
Dal Rifugio (m. 1887) segui il sentiero n. 149 sulla carrozzabile in direzione Coltrondo; poco prima del  tornante, una traccia di sentiero sulla destra sale un breve tratto di bosco e ti porta a raggiungere il sent. 159, che proviene da  Coltrondo.      Lo percorri in salita verso destra fino a raggiungere l’Ex Forte (m. 2058). Prosegui ancora lungo il sentiero n. 159, che attraversa i pascoli a nord con bella visione sull’alpeggio di Nemes e sulle vette di confine. Raggiunto il sentiero 146 (m. 2231) svolta a destra e, su comoda mulattiera sali sino al Passo Silvella (m. 2329). Segui a destra il sentiero n. 148 sino alla Sella del Quaternà (m. 2379). Da qui scendi per la strada militare (segnavia 173). Al termine dei tornanti (località “La Ponta” m. 2053) mantieniti sulla strada militare che scende (segn. 149) fino a raggiungere il Rifugio Rinfreddo.
Dalla Sella del Quaternà, in corrispondenza dell’omonima Madonnina, è possibile imboccare il sentiero che conduce in vetta al monte (m. 2503), in tempi remoti un vulcano. La salita non è molto impegnativa, anche se ripida, e richiede meno di mezz’ora. Splendido il panorama con ampie vedute: dalla cresta di confine alle Alpi Carniche, verso il Cadore e sulle Dolomiti



 
Torna ai contenuti | Torna al menu